Prodotti per celiaci: cosa scegliere e come riconoscerli

La celiachia è una patologia cronica autoimmune, che provoca, nei soggetti ad essa predisposti geneticamente, delle reazioni immunitarie quando viene assunto glutine. Se non diagnosticata, rischia di scatenare infiammazioni a livello dell’intestino tenue, causando diarrea, gonfiore addominale, meteorismo, crampi all’addome e perdita di peso.

Si tratta di un disturbo subdolo e fastidioso, che può essere combattuto in una sola maniera: azzerando i consumi di glutine. Sconfiggere la celiachia richiede dunque una grande attenzione alla dieta e ai prodotti che si consumano: per aiutare chi soffre di questa patologia, farmacia Bacchini ha dedicato un intero reparto al gluten free.

Alimenti permessi e a rischio

I celiaci devono conoscere alla perfezione ciò che possono ingerire e ciò che devono assolutamente evitare. Pertanto ecco una lista generale degli alimenti permessi e a rischio per chi riscontra problemi di celiachia.

  • Cereali. I cereali, ricchi di glutine, sono tra i principali nemici dei celiaci: croce sopra su frumento (in tutte le sue varietà), orzo e segale. Altre tipologie di cereali invece non lo contengono e sono ammesse: avena, grano saraceno, mais, miglio, quinoa, riso, sorgo e teff. Ovviamente ci si riferisce anche ai loro derivati.
  • Frutta e vegetali. Frutta e verdura possono essere comprese nella dieta anti celiachia, in quanto il glutine non fa mai parte della loro composizione. Unica precauzione da tenere a mente quando questi alimenti subiscono lavorazioni (in questo senso solo marmellate, confetture, succhi di frutta e passate di pomodoro sono sempre sicure per i celiaci): in fattispecie simili verificare, quindi, l’etichetta.
  • Proteine. Anche carne, legumi, pesce e uova sono naturalmente senza glutine. Perciò vale lo stesso discorso fatto per frutta e verdure: occhio soltanto ai casi in cui vengono combinati con altri ingredienti o lavorati. Assolutamente da evitare invece il seitan, autentica fonte di glutine.
  • Latticini. Formaggi, latte, panne e burro sono pietanze consumabili dai celiaci. Attenzione però ai formaggi fusi o spalmabili di tipo industriale, per cui l’etichetta può essere chiarificatrice.
  • Bevande. La birra si realizza tradizionalmente con l’orzo e per questo è vietata ai celiaci (esistono però numerose alternative gluten free). Per il resto, il mondo delle bevande è tranquillamente accessibile anche per chi soffre di celiachia.

Quali ingredienti deve avere il pane per celiaci

Il pane è un altro alimento che, sulla carta, i celiaci vedono scomparire dalle proprie tavole. Fortunatamente esistono delle preparazioni alternative, che consentono di realizzare pane senza glutine. La discriminante risiede, ovviamente, negli ingredienti utilizzati, in particolare nella farina.

Esistono diverse tipologie di farina con cui impastare pane gluten free. Le principali sono: farina di riso, di mais, di amaranto, di grano saraceno, di quinoa e di teff. Questi ingredienti possono essere utilizzati anche in combinazione, per ottenere risultati migliori (può capitare, infatti, che alcune di queste farine, per la loro natura, non si addensino abbastanza).

La scelta di prodotti per celiaci di Farmacia Bacchini

Da anni Farmacia Bacchini affronta la questione della celiachia in maniera attiva, tant’è che ha adibito tutto il suo terzo piano ai prodotti gluten-free: con un’ampia scelta di marchi ed alimenti e la presenza di una figura dedicata all’interno del reparto, la sezione si presenta come un vero e proprio supermercato per celiaci (e non solo).

I prodotti esposti derivano da oltre 30 brand differenti, determinando una copertura pressoché totale di ciò che si può mangiare: pasta, biscotti, brioches e molto altro. Vieni a visitare il reparto celiachia di Farmacia Bacchini per organizzare la tua dieta gluten free!

Condividi