Estratti naturali per dimagrire: i rimedi più efficaci

Ormai non c’è essere umano che non sia alla ricerca della ricetta segreta per il dimagrimento, quella che permetta di perdere peso senza alcuno sforzo. Ma, prima che coviate false speranze, dobbiamo dirvelo anche noi: non esiste. Per vedere calare quelle irritanti cifre sulla bilancia è necessario un regime dietetico finalizzato alla perdita di peso, e non basta affidarsi a qualche “miracoloso” prodotto dimagrante: da qui non si scappa.

Tuttavia, noi di Farmacia Bacchini possiamo aiutarvi in questo percorso fatto di pazienza e sacrifici, proprio attraverso ad alcuni prodotti ideali per chi sta affrontando una dieta: nel nostro reparto di fitoterapia potete trovare diverse erbe dalle spiccate proprietà dimagranti!

Quali sono le erbe che aiutano a dimagrire 

Vediamo dunque, nello specifico, quali sono le principali erbe dimagranti:

  1. Tarassaco. Questa pianta, appartenente alla famiglia delle Asteracee, è celebre sin dall’antichità per le sue proprietà mediche. Ma ciò che spesso si dimentica sono i suoi influssi sulle nostre funzioni digestive: l’azione combinata di vitamine (B1, b2, C, E), flavonoidi, triterpeni e taraxacosidi, contenuti in grandi quantità nel tarassaco, inibisce la sensazione di fame e aiuta l’intestino a disintossicarsi, favorendo la depurazione dell’organismo;
  2. Ginseng. Il ginseng si configura come un ottimo alleato del dimagrimento. Se associato, infatti, a costante esercizio fisico e dieta equilibrata, riesce a supportare la perdita di peso attraverso una duplice azione: l’accelerazione del metabolismo (che equivale a un maggiore smaltimento delle calorie) e la sostituzione della massa grassa con quella magra (azione energizzante);
  3. Equiseto. L’equiseto è celebre per i suoi principi diuretici e remineralizzanti. Ma è anche un valido aiuto per chi sta seguendo un percorso dietetico: la capacità di contrastare la ritenzione idrica e la cellulite sono altre peculiarità di questa pianta;
  4. Ortica. Essendo ricca di amminoacidi e proteine, l’ortica si rivela un nutriente in grado di sostituire la carne a tutti gli effetti: è sufficiente consumarla in zuppe, paste, risotti o contorni, rinunciando a qualche bistecca, e i benefici per la tua dieta saranno evidenti. Inoltre, con le sue foglie, si possono creare benefici estratti terapeutici.
  5. Camomilla. Svolge una serie di funzioni che agevolano un percorso di dimagrimento: libera il corpo da tossine, favorendo la perdita di peso, facilita il drenaggio e la depurazione, è un ottimo coadiuvante nella digestione e allevia gli stati d’ansia.

5 estratti depuranti

Da tutte le piante dimagranti elencate nel paragrafo precedente si possono ricavare degli estratti che ben supportano chi intraprende una dieta, ottenibili attraverso specifici procedimenti:

  1. Estratto di tarassaco. L’essiccazione è il processo madre per realizzare questo estratto: ad essa vengono sottoposte sia le foglie, da raccogliere prima delle fioriture, che le radici;
  2. Estratto di ginseng. La radice è l’ingrediente fondamentale dell’estratto. A seconda di come viene lavorata, si può ottenere ginseng bianco (da radici fresche dopo essiccamento e sbucciatura) o rosso (da radici fresche non sbucciate, cotte a vapore e successivamente essiccate);
  3. Estratto di equiseto. Deriva dalla macerazione della pianta in soluzione idroalcolica: alle foglie officinali essiccate o fresche viene aggiunto un solvente di estrazione che, di norma, è l’etanolo;
  4. Estratto di ortica. La ricetta da cui consegue è la seguente: foglie d’ortica in un barattolo di vetro con coperchio ermetico, con l’aggiunta di alcol alimentare a 40 gradi. Dopo due settimane in un luogo fresco e buio, ecco l’estratto;
  5. Estratto di camomilla. Viene ricavato da un procedimento di estrazione con solvente e successiva essiccazione delle componenti attive. Il risultato finale è in grado di ridurre l’ansia, agendo in maniera efficace sulla fame compulsiva e sulla produzione di ormoni che creano tessuto adiposo sulla pancia.

Perché affidarsi alla fitoterapia

I rimedi sin qui trattati rientrano tutti nella fitoterapia, quella branca della farmacoterapia che utilizza prodotti terapeutici di origine vegetale per prevenire e curare diverse malattie e disturbi. Si tratta di un ramo della medicina che rappresenta una garanzia anche nell’ambito trattato in questo articolo, perché, di qualsiasi disturbo si stia parlando, i rimedi fitoterapici sono sempre una soluzione sicura a cui affidarsi: del resto, a una certificata efficacia medica, abbinano un’incidenza collaterale sostanzialmente nulla sull’organismo umano, che è caratterizzato da un’elevata tollerabilità a questo tipo di terapie.

Condividi